Trova subito ciò di cui hai bisogno! Bastano pochi click!

Ca’ d’Andrea

cartolinaI percorsi che si snodano in queste zone, attraversando per lunghi tratti la vasta campagna , portano alla scoperta di piccoli centri isolati dal fascino nascosto.
In queste realtà il tempo si è fermato, e le tradizioni si conservano identiche a quelle del passato, lasciando intatto lo spirito rurale. Qui è possibile effettuare lunghe passeggiate immersi in questo paesaggio ancora incontaminato. Di origine storica molto antica, come dimostrano i reperti palafitticoli risalenti al paleolitico rinvenuti nell’ottocento, il territorio di Ca’ d’Andrea fu dal XII sec possesso della famiglia Guazzoni. Ceduto ai vescovi di Cremona, fu poi infeudato dalla famiglia dei Bergamino. In località Ronca de’ Golferani si hanno notizie di un castello, costruito a scopo difensivo, che spesso ebbe occasione di ospitare la corte ducale. Le poche tracce storiche testimoniano come il territorio sia sempre stato una piccola oasi di pace, che tuttora offre la possibilità di godere di una totale tranquillità. Dall’esterno il piccolo centro offre una vista suggestiva per la presenza dell’originale campanile della chiesa di S. Pietro in Mendicate. La settecentesca parrocchia dedicata al santo conserva un pregevole affresco del XIV secolo. Numerose ville sono collocate nelle località sparse in queste campagne. In particolare è possibile ammirare a Casanova d’Offredi il Palazzo Offredi Pallavicini. Nella stessa località si trovava Villa Ghiottone D’Allonio Soncini abbattuta nell’81, e resta tuttora la parrocchia di S. Bartolomeo, chiesa in stile neoclassico contenente alcuni dipinti del seicento di notevole pregio. Per Sant’Andrea il 30 Novembre si svolge nel paese una piccola Sagra, caratteristica, con i sapori e manifestazioni legati alla cultura rurale di questo luogo.  (fonte: Gal Oglio Po)